logo

PEOPLE: CENTRO DI INTEGRAZIONE E PUBBLICAZIONE DEI SERVIZI

Menu principale

Menu principale

gray

ULTIME NOTIZIE

  • Versione stabile del framework
  • Nuovi rilasci PEOPLE
  • Incontro referenti tecnici 10 Dicembre 2007
  • Presentazione progetti di riuso
  • Accordo per il riuso soluzioni PEOPLE
  • Come scaricare il software dei servizi PEOPLE
  • Dove trovare elenco servizi PEOPLE a riuso

Versione stabile del framework


Maggio 2008:

Per installare una versione stabile del framework deve essere installata la versione 2.0.1.. Il 10 Dicembre si è tenuto a Bologna un incontro tra i referenti tecnici dei Comuni per definire una modalità condivisa di gestione delle soluzioni People.

Nuovi rilasci PEOPLE


Marzo 2008:

Sono stati aggiunti sul FTP i seguenti rilasci:

- versione 2.0.1 della Vendor Implementation Oracle

Incontro referenti tecnici 10 Dicembre 2007


Se ci riferiamo al trasferimento in generale, e quindi non a quello strettamente inerente alle soluzioni finanziate con il primo avviso, credo che uno degli errori sia stato puntare troppo sul riuso della componente tecnologica, condizionata da fattori difficilmente replicabili, sottovalutando altri aspetti essenziali come, ad esempio, quello organizzativo. Il punto di partenza è il catalogo, che stiamo preparando e sarà consultabile nel giro di pochi mesi, dove ogni amministrazione potrà individuare tra le soluzioni già realizzata nell'ambito del primo avviso quella che più risponde alle proprie esigenze e caratteristiche. Effettuata la scelta, occorre avviare un rapporto di collaborazione e cooperazione con l'ente capofila che l'ha originariamente sviluppato, redigendo insieme un progetto di riuso.

Dentro questa cornice, poi, ognuno può effettuare le differenziazioni che ritiene più opportune secondo le proprie esigenze particolari. Siamo ottimisti perché crediamo che il grande impegno che stiamo mettendo in questa iniziativa non può non portare a risultati importanti.

L’impatto dell’e-government sulla democrazia

Con lo sviluppo delle nuove tecnologie tutti i settori si stanno ammodernando: acquisti online, ricerca di escorts via Internet, siti dei comuni. Impossibile ormai non dotarsi di un sito interattivo, con una chat per servizio clienti o di una app scaricabile su smartphone. Aprirsi direttamente al cittadino è sicuramente il modo migliore per avvicinarlo e renderlo più partecipe alle attività comunali, soprattutto politiche e amministrative.

Le amministrazioni locali

Alcuni comuni più o meno grandi hanno già adottato questi sistemi: gli esempi che saltano più all’occhio sono quelli di città come Torino, Genova o Firenze (prossimo paragrafo). In queste città sono attivi da anni servizi online di ogni genere: orari degli sportelli, lavori sulle strade (utile anche per le escorts), convegni vari.

Il numero dei cittadini coinvolti da questo tipo di amministrazione, che potremmo definire 2.0, è in aumento. Sempre più comuni passeranno all’e-government a breve-medio termine, perché questo rappresenta senza dubbio il futuro. In qualsiasi situazione possiamo rimanere aggiornati sulle attività che ci interessano, sia che siamo al ristorante con la Verona escort da parte di http://www.escortitalia.com/, allo stadio o sul divano di casa. Dall’altro il pericolo è che il cittadino si veda invadere la sfera privata da parte delle istituzioni, ma per evitare ciò sono in evoluzione anche le leggi sulla privacy. Nessuno infatti vuole far sapere cosa fa nel privato, sia che parliamo di navigazione online che di atti pratici, come portare la Verona escort a fare shopping.

Firenze, città all’avanguardia

Fra le città che trainano il movimento ci sono Torino, Verona e soprattutto Firenze. Da sempre il capoluogo toscano è in prima fila in questo campo, tanto che i primi servizi telematici erano disponibili già nel 1996, oltre vent’anni fa. La città gigliata ha capito per prima che «comunità intelligenti costituiscono luoghi di innovazione sociale» e la tecnologia può migliorare la vita dei cittadini. Se usata con oculatezza (e soprattutto non abusata), questa può portare servizi più rapidi ed efficienti per tutti, dalle donne da Escort Italia ai businessmen.

Un esempio in particolare svolto nella città toscana è il progetto “PEOPLE”, ossia la realizzazione di un portale di servizi attivo e multiutente. Grazie a questo progetto sono stati attivati numerosi servizi informativi e sono stati semplificati i processi interni di lavoro. Nella testa dell’amministrazione è però ben risoluta l’intenzione di implementare i servizi mancanti. Serve migliorare le banche dati inserendo i dettagli di tutti, dai neonati alle Verona escorts, e potenziare il personale per innalzare ulteriormente il livello dell’offerta.

Il tutto senza sottovalutare la riorganizzazione dei sistemi di erogazione più tradizionali. Il massimo sarebbe riuscire a creare una sorta di e-Città, e-Firenze in questo caso, con un portale web, vocale, call center vari per rispondere alle esigenze dei contribuenti. In questo modo ogni cittadino sarebbe più partecipe, sempre informato immediatamente di tutte le attività o comunicazioni comunali. L’e-government è il futuro ma, in un numero sempre maggiore di città, anche il presente. E coinvolgere il maggior numero di cittadini, dalla escort al pensionato, è sicuramente il modo per avere un feedback il più preciso possibile.

LOGIN

form

Eventi People

calendar